mercoledì 2 marzo 2011

Intervista a Roberta Marone

Oggi vi presento l'intervista che mi ha rilasciato la nota creativa napoletana Roberta Marone, molto conosciuta tra gli appassionati di Découpage per le sue numerose pubblicazioni su riviste specializzate del settore e non solo. Ma passiamo subito a soddisfare la nostra curiosità.



Iniziamo con qualcosa di personale: descrivi te stessa.
Sono un’inguaribile sognatrice ed un eterno Peter Pan, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo in cui investire le proprie capacità ed energie.

1) Sei figlia d'arte. La tua passione per l’arte e la creatività è nata nell'Atelier di tuo padre oppure si è sviluppata col tempo? 
Sono figlia e nipote di pittori e questo, insieme ad una mamma pianista, ha creato un mix di passione per l’arte in tutte le sue forme. Non credo che sia stato lo Studio d’Arte di papà o del nonno a lasciare un segno, o almeno non solo, ma soprattutto il fatto di essere stata stimolata fin da piccola sia attraverso l’ascolto musicale, lo studio di uno strumento, il canto, sia con il disegno, il das, i colori, la pittura. Probabilmente una certa propensione artistica l’ho manifestata fin dai primi anni, ed è stata capita e coltivata. Diciamo che l’Atelier di papà e del nonno prima,  ha rappresentato un mezzo per apprendere inconsapevolmente una serie di tecniche che oggi mi vengono praticamente spontanee, pur senza avere una preparazione specifica  in tal senso. Ad ogni modo questa passione ha avuto modo di svilupparsi nel corso degli anni, prima con la musica, poi con pittura e découpage, fino a diventare una parte fondamentale della mia vita.


Découpage pittorico e materico - "A Midsummer Night's Dream"
2) Da bambina cosa sognavi di diventare da grande?
 Sono ahimé una di quelle persone che se lo chiedono ancora cosa faranno da grande. Scherzi a parte, sono sempre stata un’anima inquieta e in continua ricerca. Se avessi dovuto immaginarmi cristallizzata in situazione professionale fissa mi sarei sentita oppressa. Ancora oggi faccio mille cose ma non riesco a legarmi alla singola situazione. Sono una free lance perché non potrei essere altro…

Scatola in finto marmo e Découpage pittorico

3) Sei molto attiva nel campo creativo e, come molte donne, hai una famiglia e dei figli. Come riesci a coniugare i tanti impegni di creativa, con gli impegni familiari?
 Faccio né più, né meno quello che fanno le altre donne che lavorano. Anzi direi che rispetto ad una professione liberale come l’avvocato o il medico, resto a casa molto più tempo e posso dedicare maggiore attenzione alle esigenze della mia famiglia.
Découpage sottovetro e 3D

4) Collabori assiduamente con riviste italiane e straniere che propongono progetti di découpage e decorazione. Vuoi parlarcene e magari parlarci anche dei tuoi progetti futuri?
 Sono collaboratrice fissa di Laboratorio di Découpage (Cigra)  e Idee Découpage (Lotus Publishing) da diversi anni. Collaboro con Laboratorio Creativo di Découpage in Ungheria, e ho da poco ultimato un  libro con una casa editrice greca, la Evenos. La collaborazione editoriale in questo settore rappresenta il 90% della mia attività lavorativa. Sono poi  collaboratrice di due importanti portali italiani, Creare Insieme e Hobbydonna.
Idee Découpage n.24 Apr/Mag 2010

Laboratorio di Découpage n.51 Ott. 2009


Ho di recente collaborato con la ditta  Kalit alla creazione di una linea di découpage 3D, la Treddì Paper, particolare   perché realizzata in carta di riso dura. Una vera novità nel settore, perché oltre ad offrire una grossa varietà di soggetti, dai più semplici ai più complessi,  è caratterizzata soprattutto da una particolare malleabilità legata al tipo di materiale utilizzato, che permette di modellarla anche senza l’aiuto di un bulino. E’ stato un bel lavoro, ma soprattutto una grande soddisfazione.
Laboratorio Creativo di Découpage - Ungheria -

Quanto ai progetti futuri…  A parte uno Speciale per la Sposa che ho appena finito di realizzare per Cigra come unica autrice e che uscirà in edicola in un mese o due, ho già cominciato a lavorare sul mio terzo Speciale di Natale, sempre per Cigra e sempre come autrice unica. Ma più in generale, come ti dicevo, sono uno spirito inquieto e libero. Non mi piace programmarmi la vita e progettare . Mi piace vedere dove mi spinge il vento, e se la direzione  mi piace lasciarmi trasportare, altrimenti virare e cambiare rotta.
Speciale Natale di Laboratorio di Découpage 2010


5) Sei stata recentemente nominata Executive Director della nota associazione americana "Découpage Artists Worldwide" , vuoi parlarci di questo nuovo impegno?
La Découpage Artists Worldwide (DAW) è un’Associazione internazionale senza fini di lucro che riunisce molti dei Découpeurs più talentuosi al mondo. Persone meravigliose e di gran cuore e che hanno donato tantissimo a questa splendida forma d’Arte e che ancora oggi insegnano e creano con una passione davvero unica e stupefacente.
The Dialogue Gen/Feb 2011

Da due settimane ho ufficialmente l’onore di esserne alla Direzione. L’impegno è abbastanza complesso, perché comporta una certa mole di pubbliche relazioni, più la ricerca di nuovi investimenti della DAW in settori nuovi e sempre compatibilmente con lo Statuto e con le aspettative dei soci. Attualmente offriamo agli associati una newsletter bimestrale che è una vera e propria rivista on line, The Dialogue, in cui è possibile trovare le spiegazioni di veri capolavori realizzati da Artisti del calibro di Roy Larking, MJ Toole, Tish Barrentine tanto per fare qualche nome. La newsletter è in inglese ma i progetti sono spiegati in modo semplice, così da poter essere compresi anche da chi non abbia un’ottima conoscenza della lingua. A fronte della bella partecipazione italiana a cui sto assistendo in questi giorni stiamo valutando intanto di offrirne una versione tradotta, e magari in seguito di offrire una vera e propria newsletter italiana che offra un panorama abbastanza approfondito sulla realtà locale in tema di fiere, rassegna stampa, nuovi prodotti e così via. Siamo anche aperti ad eventuali convenzioni che i negozi  e  le ditte che producono prodotti per  belle arti vogliano proporci.
Découpage 3D - The Dialogue - Gen. 2009

 6) Esposizioni, mercatini o fiere di settore? Hai mai partecipato a qualcuno di questi eventi in Italia o all'estero? Se sì vuoi raccontarci la tua esperienza?
 Dedico la maggior parte delle mie energie alla collaborazione editoriale, e solo se posso visito fiere e mercati. Ho organizzato due mostre a Napoli, una con la collega e amica Manuela Lombardi, l’altra insieme all’amica Francesca Frezzetti,  che si occupa della creazione di accessori moda, entrambe in collaborazione con l’Associazione Muse che riunisce professionisti (medici, commercialisti etc.) che si dedicano all’arte in tutte le sue forme.
The Dialogue vol.3 Issue 8 nov/dic 2008

All’estero comunque vado almeno tre volte all’anno ed è una grossa fonte di ispirazione dal punto di vista creativo, sia per l’artigianato locale  sia per il materiale,  tra carte e libri, che riesci a trovare.

7) Da alcuni anni il settore Hobby Creativi ha avuto un vero e proprio boom sul web, anzi sembra addirittura che non si possa fare a meno di avere un po' di visibilità in rete, cosa pensi di Internet e dei Social Network? Sono davvero l'opportunità che tutti pensano?
 
Credo che i social network rappresentino il nuovo modo per comunicare. Mi ricordano molto le piazze estive dove ci si incontrava in comitive diverse… Non credo che siano solo il modo per avere un po’ di visibilità, o almeno io non li vivo così…  ti permettono di fare nuove conoscenze, in alcuni casi addirittura vere amicizie. Indubbiamente per alcuni hanno rappresentato anche un mezzo perché si creassero nuove opportunità di lavoro, ma non credo che questo ne rappresenti il motore e/o il successo.
Découpage 3D

Quanto a Internet, io sono un’addicted… mi considero inguaribilmente attratta dalla rete, perché ti permette di avere tutto il mondo a portata di un clic…
8) So che hai collaborato con vari siti internet specializzati nel settore creativo sia italiani che stranieri. Hai notato differenze nel modo di impostare un progetto passo a passo, nell'esporre una nuova  tecnica o nel presentare dei nuovi prodotti? Cosa li accomuna e cosa li differenzia?
 Almeno per quanto riguarda la mia esperienza, non ho notato sostanziali differenze tra i siti italiani e stranieri per quanto riguarda la presentazione dei progetti e la spiegazione delle tecniche.
9) Spesso mi scrivono persone, anche amiche, che vorrebbero trasformare la loro passione per il découpage in una vera e propria professione, cosa consiglieresti loro? Continuare a coltivare una grande passione o tentare il grande passo?
Ogni attività lavorativa va fatta con passione, dedizione e soprattutto professionalità. Penso che ognuno sia il miglior giudice di sé stesso per sapere se può riuscire in un determinato settore oppure se è meglio lasciar perdere. Personalmente credo che la creatività, l’inventiva e l’iniziativa non vadano mai scoraggiate, poi c’è chi riesce a reinventarsi, come è successo a me, che nonostante i trascorsi familiari vengo da studi giuridici, e chi invece non riesce… ma se non si ha molto da perdere non c’è niente di male nel tentare…
Découpage 3D

10) Se qualcuno volesse parlare con te, guardare i tuoi lavori o semplicemente chiederti qualche informazione, come può contattarti?
Odio il telefono… sono rintracciabile via mail all’indirizzo info@decouparts.it
I miei riferimenti web: http://www.decouparts.it

Non posso che ringraziare l'amica Roberta Marone per la sua gentilezza e disponibilità a soddisfare le nostre curisità, nonchè per la gentile concessione delle foto dei suoi lavori e pubblicazioni con cui ho potuto completare l'intervista. La invitiamo, naturalmente se vuole, a tenerci informati su suoi futuri impegni creativo-professionali.